Creativi Culturali News

Nuove Persone, nuovo Pensiero, nuova Cultura, nuove Soluzioni

Archive for gennaio 2011

Egitto, una rivoluzione sotto il segno #Jan25

leave a comment »

Articolo di di Cesare Buquicchio
Segnalato da Christian

E’ iniziato tutto con l’hashtag (vuol dire ‘cancelletto’ in inglese ed è il modo per fare ricerche su Twitter) #Jan25. È stata quella la parola d’ordine sotto la quale la rivolta dei giovani egiziani ha iniziato a ripercorrere le orme di quella dei cugini tunisini. #Jan25 stava per gennaio 25, giorno della prima manifestazione di piazza in Egitto, poi è arrivato #Jan28.

Sotto quel segno la protesta si è diffusa e si sta ancora diffondendo fino ad incendiare le principali città del paese nordafricano. Twitt dopo twitt, messaggio dopo messaggio, l’aggiornamento delle proteste, dei morti per strada e dell’ingrossarsi dei cortei, sta assumendo le sembianze di un’onda crescente che punta a travolgere l’Egitto e forse non solo.

Ma contro #Jan25 si è mosso oggi il governo di Hosni Mubarak. E la paura di finire come Ben Ali ha spinto le autorità ad un gesto clamoroso: oscurare il web e i cellulari egiziani. Circola sul web il grafico che mostra l’andamento del traffico internet e mostra un crollo verticale di ogni comunicazione on line. Ma il web sta cercando di reagire. Da una parte i principali attivisti della protesta stanno cercando tutti i sistemi per aggirare il blocco e la censura che fa apparire i messaggi dei pochi ancora connessi a Twitter completamente schermati. Dall’altro, si è mosso Anonymous, il collettivo di pirati informatici che aveva bloccato molti siti internet ufficiali giudicati anti-wikileaks in solidarietà con Julian Assange, lo stesso gruppo che aveva attaccato le pagine web del governo tunisino a inizio gennaio, e che ora minaccia ora il regime egiziano di rappresaglie nel caso in cui le autorità del Cairo dovessero bloccare l’accesso a internet.

Leggi il seguito di questo post »

Annunci

Written by enricolistico

29/01/2011 at 15:30

Il buongiorno di un Amico

with one comment

Il buon giorno di un Amico

“Tutta la Creazione è un processo in atto di moltiplicazione dell’energia e la fine di un universo, di tutti gli universi, non avviene per esaurimento ma per esuberanza della energia vitale che si crea dei confini materiali per saturarli e creare così uno stato di tensione che ad un certo punto esploderà per dare così inizio alla formazione di nuovi universi”.
P.L.Ighina-A.Tavanti

“L’etere è portatore di luce e riempie ogni spazio, l’etere agisce come forza creativa che dà la vita. Viaggia in “turbini infinitesimi” (“micro eliche”) prossime alla velocità della luce, divenendo materia misurabile. La sua forza diminuisce e arriva a terminare del tutto, regredendo in materia, secondo una specie di processo di decadimento atomico. Gli uomini possono dunque imbrigliare questi processi di passaggio dall’energia alla materia, e dunque può catturare materia dall’etere, alterare la grandezza della Terra, controllare le stagioni, guidare la rotta della terra attraverso l’Universo, come una navicella spaziale, e poi causare collisioni di pianeti per produrre nuovi soli e stelle e dunque, calore e luce. L’uomo può originare e sviluppare la vita infinitamente.”
Nikola Tesla

“..E’ venuto il tempo per il prossimo passo evoluzionistico dell’umanità…siamo sul punto di attraversare l'”orizzonte degli eventi” del nostro pocesso d’evoluzione e ottenere l’accesso ad una tecnologia e una filosofia più avanzate…ma queste cose vanno usate nel modo corretto…come società collaborativa e non competitiva e distruttiva..avanzando nella pace e in collaborazione, evolveremo in esseri galattici e avremo accesso al nostro sistema solare, persino alla galassia e alle stelle….è un tempo fantastico per essere Vivi..”
Nassim Haramein

Leggi il seguito di questo post »

Written by enricolistico

27/01/2011 at 10:16

Love Police

with one comment

Written by enricolistico

27/01/2011 at 00:58

Pubblicato su Filmati, Iniziative

Tagged with , , ,

ZEITGEIST: MOVING FORWARD

leave a comment »

Cari amici, con piacere inseriamo il nuovo film di Peter Joseph, Zeitgeist: Moving Forward. Il film è uscito in anteprima mondiale in cinema selezionati, dal 15 al 25 di gennaio. Dal 26 gennaio è stato rilasciato gratuitamente in rete.

Dopo aver lanciato il video attraverso il button CC in basso a dx potrete selezionare i sottotitoli in italiano

Maggiori info su: zeitgeistitalia.org

Written by enricolistico

26/01/2011 at 23:37

Vi presento Georges Ivanovič Gurdjieff

leave a comment »

Segnalato da Christian

Georges Ivanovic Gurdjieff (1866-1949)

George Ivanovitch Gurdjieff  nacque e fu educato nella Armenia russa. Trascorse molti anni di ricerche nell’Asia centrale, il Nord Africa e altri luoghi con l’obbiettivo di seguire le tracce di una tradizione segreta già incontrata in gioventù.

Durante la ricerca si imbatté in alcune scuole esoteriche. I primi del Novecento raggiunse la Russia (1914) e l’Europa, in particolare la Francia (1922), ove si stabilì vicino a Fontainebleau e dove fondò l’ “Istituto per lo sviluppo dell’uomo”.

S’impegnò molto nel diffondere gli insegnamenti che aveva sviluppato dai risultati dei propri contatti. In sintesi il suo intento era promuovere un sistema di tecniche psicofisiche capace di favorire il superamento degli automatismi psicologici ed esistenziali che condizionano l’essenza umana e che impediscono una visione limpida e oggettiva.

L’insegnamento fondamentale di Gurdjieff è che la vita umana è vissuta in uno stato di veglia apparente prossimo al sogno. Per trascendere lo stato di sonno (o di sogno) è richiesto uno specifico “lavoro” interno che dev’essere praticato dapprima in particolari condizioni di calma e isolamento e successivamente con altre persone. Tutto ciò finalizzato all’ottenimento di livelli di coscienza, vitalità e consapevolezza altrimenti inaccessibili.

Benché il nome di Gurdjieff sia divenuto familiare negli anni recenti, la reale natura del suo “lavoro” è rimasta poco conosciuta. La “Via” di Gurdjieff è rimasta una tradizione orale.

Riportiamo qui sotto un’interessante ed illuminante podcast tratto da un programma di Antonella Ferrera dal titolo “a scuola dagli stregoni” .

Buon ascolto

 

Written by enricolistico

26/01/2011 at 03:03

Il Valore del Silenzio

leave a comment »

Il silenzio è uno strumento di ben essere: quiete, calma, equilibrio, ascolto. Saper ascoltare significa comprendere le esigenze di chi ci sta di fronte.

Articolo di Antonella Lucato

Il silenzio, la lingua comune ed eterna dell’universo e’ la piu’ adatta a comunicare i sentimenti piu’ profondi che si esprimono attraverso il silenzio. Posso affermare che l’incontro con il silenzio mi ha cambiato la vita e trasformato profondamente il mio modo di comunicare. E’ nel silenzio che ho imparato ad ascoltare, a comprendere, a leggere oltre le parole.

Dopo gli anni della comunicazione verbale e quelli della comunicazione non- verbale, oggi di silenzio ne ho bisogno, e’ mio compagno, e’ il piacere di stare con me stessa, il luogo dove il mio spirito trova ristoro, dove recupero le energie e mi ritempro, e’ un amico fidato al quale faccio ricorso ogni volta che una svolta, una scelta, una prova o una nuova sfida attraversano la mia vita sicura che nel raccoglimento e nel silenzio trovero’ le risposte, la giusta via, l’armonia, le parole per comunicare cio’ che sento e penso.

Il silenzio e’ diventato uno strumento fondamentale anche nel mio lavoro. Sto scrivendo in compagnia del silenzio. Nei miei corsi ho visto tante persone trasformarsi, dopo l’esperienza del silenzio hanno cambiato la loro comunicazione, il modo di esprimersi, di relazionarsi e persino di muoversi e hanno trovato, anche grazie al silenzio, maggior ben essere.

L’importanza del silenzio
La nostra e’ la societa’ del rumore, abbiamo poche possibilita’ di stare in silenzio, di ascoltare noi stessi, la nostra voce interiore. Lo stress, il bombardamento di informazioni, la confusione, l’eccesso di comunicazione con l’esterno, non abbiamo l’abitudine al silenzio, come se il rumore rappresentasse la vita e il silenzio la morte allora il silenzio puo’ far paura.

Come possiamo ascolatare la voce interiore? Come conoscerci, incontrarci, comunicare con noi stessi e con gli altri?

Leggi il seguito di questo post »

Written by enricolistico

24/01/2011 at 23:44

THE YES MEN FIX THE WORLD

leave a comment »

Gli amici di Zeitgeist ci hanno consigliato di vedere questo interessante film.
Riportiamo qui sotto una breve descrizione dei contenuti tratta da tekfestival.it, cliccando su “leggi il seguito del post” accederete alle 8 parti del film su YouTube, con sottotitoli in italiano. Ringraziamo Daniele e tutto il Movimento Zeitgeist per la gradita segnalazione.

The Yes Men Fix the World è una commedia degli equivoci accaduta per davvero. Segue una coppia di attivisti coraggiosi e ricchi di immaginazione che si infiltrano nel mondo degli affari e attraverso una serie di parodie oltraggiose mettono in luce come l’avidità delle corporation stia distruggendo il pianeta. Lungo la strada, il duo smaschera i responsabili del culto dell’avidità e in un finale edificante indica la via per sconfiggerlo e salvare la civiltà dai suoi eccessi peggiori: dal fare profitti a New Orleans dopo l’uragano Katrina al disastro ambientale di Bhopal, India. Completo di interludi comici e un balletto acquatico, il film culmina con la storia della distribuzione della falsa edizione del «New York Times» che in prima pagina annuncia la fine della guerra in Iraq. Per Naomi Klein «gli Yes Men sono dei geni!».

Gli Yes Men (Andy Bichlbaum e Mike Bonanno), si travestono da capitani d’industria e si infiltrano nelle fortezze dell’Organizzazione Mondiale del Commercio, di Exxon Mobil, Dow Chemical, McDonalds e Halliburton per contrabbandare storie su che cosa accade dietro le quinte del mondo degli affari. The Yes Men Fix the World è il loro secondo film dopo The Yes Men (2004, diretto da Chris Smith, Sarah Price e Dan Olman). Andy e Mike hanno tenuto conferenze e mostrato il loro lavoro ovunque, dai musei ai parcheggi. Il film è co-diretto da Kurt Engfehr.

Descrizione tratta da: tekfestival.it
Filmati tratti dal canale di: Pompelmo Meccanico
Traduzione italiana a cura di: comedysubs.org

Per vedere il film cliccare il link “leggi il seguito” qui sotto 🙂

Leggi il seguito di questo post »

Written by enricolistico

24/01/2011 at 19:11

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: